Artigianato e alta qualità. La nostra azienda opera nel settore marmi da oltre 40 anni

La nostra azienda offre una vasta gamma di servizi: dalla posa, levigatura e lucidatura di marmi e graniti, alla realizzazione di opere complesse in pietra e mosaico. Contattateci per un

preventivo gratuito.

Posa Marmi

La posa del marmo richiede molta precisione e abilità manuale, nonché esperienza e professionalità. La superficie interessata deve essere completamente pulita e priva di dislivelli, affinchè la posa risulti perfetta e duratura. Il marmo viene posato con il metodo della posa a colla (più efficace delle pose a sabbia ed a cemento) e le lastre vengono distanziate di circa 2-3 millimetri l'una dall’altra, con l'aiuto di distanziatori a crocetta. L'abilità dei nostri artigiani consiste nell’affiancare le lastre in modo tale da creare veri e propri disegni, armonici e continui, con le striature e le venature derivate dal deposito di diversi minerali nel marmo.

Il marmo si forma attraverso un processo metamorfico da rocce sedimentarie, quali il calcare o la Dolomia, che provoca una completa ricristallizzazione del carbonato di calcio di cui sono in prevalenza composte e danno luogo ad un mosaico di cristalli di calcite o di dolomite (minerale). Fonte:Wikipedia

Una volta posato, il pavimento viene stuccato molto accuratamente: viene presa in considerazione una piccola superficie per volta, per essere ripulita a fondo da tutti i residui di stucco. Terminata la posa, il pavimento viene nuovamente pulito con acqua e detergente neutro.

Il trattamento impermeabilizzante è molto richiesto e molto efficace: viene applicato in seguito alla pulizia finale del pavimento, serve a rendere impermeabile il marmo da qualsiasi bevanda o altra sostanza, che può danneggiare la qualità e la bellezza del materiale, creando macchie indesiderate.

Il marmo raffinato ed elegante, è consigliato per abitazioni di un certo livello, per hotel prestigiosi e per saloni ed ambienti pubblici di valore. Per la sua resistenza e duratura risulta ottimo anche per le comuni abitazioni, soprattutto in cucina. I suoi colori variano dal bianco perlato al blu lapislazzulo, costituendo così cosi un'ampia scelta e infinite combinazioni. Diverse sono le tipologie di marmo, che variano a seconda della composizione minerale e chimica:

- marmi calcarei cristallini, caratterizzati dall’assenza di fossili e dalla struttura costituita da grossi cristalli. Di questa categoria utilizziamo il marmo di Carrara, marmo di Candoglia, marmo di Valle Strona ecc)

-marmi clastici, che presentano miscugli di rocce, fossili, materiali calcarei o silicei. Di questa categoria utilizziamo il marmo di Seravezza ecc.

-marmi calcari criptocristallini, contenenti fossili e aventi una struttura cristallina. Di questa categoria utilizziamo i marmi di Verona, di Trento, il botticino e le pietre del Carso.

La nostra azienda è composta da artigiani qualificati e professionali, amanti del proprio mestiere e specializzati, che propongono come obiettivo primo la riuscita ottimale del Vostro pavimento.

Lucidatura Marmi

La lucidatura marmi è una lavorazione che riporta il Vostro pavimento all’originaria brillantezza e splendore. E’ necessario accertarsi prima di dare avvio ai lavori, che la superficie non presenti crepe e buchi. In tal caso si procede con la levigatura, attraverso la quale vengono eliminate le piccole imperfezioni e viene lisciata l'area, in modo tale da facilitare e da rendere più duratura ed efficace la lucidatura. Quest’ultima può essere di carattere meccanico e chimico.

La lucidatura meccanica utilizza dischi diamantati e abrasivi con micrograne, che eliminano lo strato opaco del marmo. Molto più diffusa è però la lucidatura chimica,che fa uso di prodotti chimici come gli acidi. Per il marmo vengono selezionati acidi contenenti alcuni ossidi, che impediscono alle sostanze corrosive di rovinare il pavimento. Altre sostanze utilizzate sono i lucidanti, composti che vengono sfregati sul pavimento per accentuare/aumentare la lucidità del marmo. Possono essere chimici o liquidi: i primi sono composti di cera e solventi non infiammabili. Vengono applicati sul pavimento dopo aver effettuato la lucidatura vera e propria. Quelli liquidi invece sono costituiti da solventi infiammabili, che donano alla superficie un aspetto bagnato. La lucidatura, meglio se preceduta dalla levigatura, assicura una lucentezza che dura per anni ed elimina la fatica quotidiana del trattare la cera. Questa lavorazione richiede la mano di un tecnico professionista, che garantisce il successo del risultato finale e la resistenza nel tempo del Vostro marmo tornato come nuovo.

Nel mondo reale non esistono superfici perfettamente lisce ma tutte presentano una scabrezza superficiale dovuta a microscopiche asperità che disperdono i raggi di luce in molteplici direzioni.Wikipedia

Anche i graniti richiedono ogni tanto una messa a nuovo: la lucidatura che viene effettuata a questo materiale è di tipo meccanico, non può essere effettuata la lucidatura chimica come invece avviene nei marmi. La superficie viene trattata con polveri lucidanti, che alla fine di tutta la lavorazione vengono risciacquate con dell’acqua. Anche qui come ribadito prima, è importante un attento controllo della pavimentazione, affinché sia liscia e non presenti imperfezioni.

Opere Incerte

L’opera incerta (opus incertum) è caratterizzata dall’imprecisione e dalla variabilità delle dimensioni e della forma delle piastrelle. Viene utilizzata principalmente per dare vivacità e colore al vialetto del giardino e al porticato, ma è un’ottima soluzione anche per pergolati e strutture sopraelevate.

Esistono tre tipologie di opera incerta: sottile, gigante e gigante sottile. Nella prima vengono adoperate piastrelle di piccole dimensioni con uno spessore sottile. Questa tipologia riveste le superfici ristrette e che sopportano un peso esiguo. Il tipo gigante consiste nella messa in posa di piastrelle di dimensioni più grandi e più spesse, adatte a superfici erbose e grezze. L’ultimo, il tipo gigante sottile, decora superfici pregiate e raffinate. I materiali usati sono il porfido, il marmo e pietre di vario genere. La palladiana è la tradizionale pavimentazione, la più diffusa e la più richiesta.

Mosaici

Il mosaico è una delle espressioni artistiche più antiche. Raffinato e prezioso, decora superfici di qualsiasi tipologia, ideale in cucina e in bagno, ma anche in camera da letto e negli ambienti esterni. Il mosaico dona al Vostro pavimento un aspetto elegante e ricercato, grazie alla molteplicità di colori e di combinazioni che esso offre. Le tessere che danno vita al disegno o al rivestimento da Voi desiderato, sono di varie dimensioni, colori e materiali a seconda del progetto e del luogo a cui esse sono destinate.

La realizzazione del mosaico può avvenire in due modi: modo indiretto e modo indiretto. Nel primo caso le tessere vengono posizionate direttamente sulla superficie interessata . E’ consigliato l’uso di materiale delle stesse dimensioni e della stessa natura, tale che l’opera risulti uniforme e piacevole alla vista. Attraverso dello stucco o della resina trasparente il mosaico viene “sigillato”, ottima lavorazione per gli ambienti interni. Questo metodo è il più veloce, ma richiede abilità e molta precisione.

Il metodo indiretto prevede invece la esecuzione del disegno in un telaio o su un fondo provvisorio, che verrà in seguito rovesciato e posizionato sul pavimento. I materiali usati possono variare sia di spessore che di dimensione. La superficie a cui si può applicare questa tecnica può essere di uso collettivo, non necessariamente deve trovarsi all’interno di un’abitazione. Prima di posizionare le tessere, bisogna accertarsi che la superficie sia piana e compressa. Una volta preparata, la superficie viene ricoperta da uno strato detto vespaio, che costituisce la base di ogni mosaico.

I materiali che consentono la composizione di un mosaico vanno dai comuni ciottoli, alla pasta di vetro, per poi passare alle pietre arenarie, alla ceramica ed infine al marmo. Ognuno di questi materiali ha composizioni chimiche e fisiche molto differenti: le pietre sono più resistenti al freddo rispetto alla pasta di vetro, che però presenta una vastissima gamma di colori, il marmo è caratterizzato da una grande resistenza, mentre la ceramica tende a conservarsi per un minor tempo.

Ristrutturazione pavimenti

Quando si ristruttura casa ci si trova sempre di fronte al problema dei pavimenti, si hanno infatti due possibili soluzioni: la prima e' demolire il pavimento esistente e rifarlo. In questo modo si ha sicuramente un lavoro ben fatto, si puo' scegliere qualsiasi tipo di nuova pavimentazione e fare tutte le tracce necessarie per l'impianto elettrico e idraulico. La seconda possibilità è lasciare il pavimento preesistente e rivestirlo con un altro di spessore ridotto. I vantaggi sono ovviamente un grande risparmio di tempo, denaro e disagi che invece porterebbe la demolizione del pavimento.

Nel caso si decida di rivestire il pavimento esistente, oggi si hanno a disposizione diverse possibilità di scelta interessanti, bisognerà però tenere presente che gli impianti dovranno passare a parete.I problemi di questa scelta potrebbero essere che, se il pavimento scelto non è sufficientemente sottile, si potrebbe dover rifilare le porte interne nella parte bassa; inoltre si dovrà fare attenzione all’altezza degli altri pavimenti della casa per non creare eccessivi dislivelli non piacevoli esteticamente.

Qualunque sia il rivestimento scelto, è bene ricordare che deve essere applicato su una superficie liscia e pulita, senza buchi o crepe e con il pavimento preesistente incollato perfettamente. Nel caso si decida per un pavimento in ceramica, molte ditte oggi realizzano piastrelle, anche di dimensioni notevoli, di spessore minimo, tali da poter essere sovrapposte al pavimento preesistente senza problemi.Quando conviene mettere mano ai pavimenti? Dipende dalle loro condizioni e dalla quantità delle eventuali modifiche murarie che prevedete per realizzare il cambiamento. La scelta del "che fare" è in altre parole totalmente soggettiva.

In ogni caso, prima di ogni decisione conviene chiedere alle imprese selezionate un sopralluogo. Con un preventivo alla mano la scelta sarà più meditata. Inoltre, se optate per la ristrutturazione, l'impresa vi dirà anche i costi per lo smaltimento dei detriti, che variano a seconda del tipo di casa. Infatti bisogna prevedere dove attaccare l'àrgano per il loro scarico e potrebbe essere necessaria una richiesta ai vigili di zona per l'occupazione di suolo pubblico, con recinzione obbligatoria nel caso non fosse possibile utilizzare il cortile interno Normalmente è l'impresa stessa che si occupa delle eventuali autorizzazioni.

Pietre e Granito

Le pietre sono rocce sedimentarie, molto resistenti ed inalterabili col passare del tempo. Sono solitamente di colore bianco- giallo, ma si possono trovare anche nelle tonalità grigie, verdi, marroni e rosate. Tradizionalmente adoperate per i rivestimenti di pareti, sono ottime per una pavimentazione che non richiede la pulizia frequente (la pietra viene utilizzata soprattutto per marciapiedi e cornicioni, luoghi che non necessitano di una manutenzione assidua).

Le pietre comprendono una varietà di composizioni molto ampia, che determinano le caratteristiche tecniche del materiale: ci sono pietre che sono più adatte a rivestire pavimenti (marmo, granito), altre più consone ad abbellire facciate e cornicioni (pietra di Luserna, pietra di Trani), altre ancora ottime per la posa incerta (porfido, cuasso al monte). Nelle pavimentazioni le pietre sono disposte in modo da creare disegni geometrici puliti e lineari, che corrispondono ad archi, a coda di pavone e a cubetti di file parallele.

Il granito è una tra le pietre più resistenti. A seconda dei trattamenti a cui viene sottoposto, reagisce agli agenti esterni con diverse proprietà: attraverso la lucidatura, la superficie diviene riflettente quasi quanto uno specchio, mentre se viene utilizzato per ricoprire superfici e luoghi pubblici o comunque di alta frequentazione, è preferibile lasciarlo “a spacco”, in modo da renderlo più sdrucciolevole.

Il granito non richiede la stessa manutenzione e cura del marmo in quanto più duro e meno delicato, ma non ne possiede la stessa bellezza e abilità nel ricoprire pavimenti di qualsiasi stanza. Consigliamo infatti, come esperti del settore, la posa in ambienti di continuo passaggio come scale ed ingressi, e in determinate stanze della Vostra abitazione, quali cucina e salotto. Anche questo materiale possiede una vasta gamma di colorazioni, puntinature, macchie screziate e lunghe striature che personalizzano ed arricchiscono il Vostro locale. Simile a quella del marmo, anche la posa del granito richiede attenzione e notevole manualità.

La nostra azienda ricerca constantemente la qulità nella posa. Vi offriamo un servizio dedicato e su misura dove l'esigenza del cliente è messa in primo piano.Ditta Giovanni Zanon